Gli usi del Finocchietto Selvatico

Posted · Add Comment
Foenicum vulgare

Siete andati a raccogliere il finocchietto selvatico? Ancora no? Bè, sappiate che non è troppo tardi e che ci saranno ancora dei meravigliosi fiori da prendere almeno per un altro paio di settimane. Nell’area di campagna del nostro Trappito, il finocchietto selvatico cresce in abbondanza e non ce lo lasciamo certo scappare.

Vi consiglio di raccoglierlo perché il finocchietto selvatico è un’ottima pianta da usare in cucina sia per le proprietà benefiche sia per l’aroma che conferisce alle pietanze. E’ preferibile raccoglierlo in campagna, proprio come facciamo noi, lontano dalle strade trafficate e l’ideale sarebbe coglierlo asciutto dopo una bella pioggia estiva.

Tra le sue principalicaratteristiche benefiche ci sono quella diuretica, antispasmodica, anti-infiammatoria, depurativa e rinfrescante. In cucina vengono usate tanto le foglie tenere quanto i frutti (semi).

Giallo Zafferano ci insegna come essiccarlo e utilizzarlo in cucina. Trovate l’articolo originale a questo link, insieme a tutte le informazioni relative a raccolta, essiccazione e conservazione nonché uso in cucina! Buona lettura!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>